02 – CECE DI TEANO IN BUSTA DA 500 GR, (NCO-Cooperativa LA STRADA)

Il Cece di Teano è un Presidio Slow Food. Si tratta di una varietà autoctona sidicina la cui antica  coltivazione è stata ripresa nell’ultimo decennio. Si tratta di un cece piccolo, ha la pelle molto  sottile e superficie rugosa. Ha un sapore intenso, sapido, e meno dolce rispetto ad altre varietà. Si  ingrossa notevolmente in seguito all’ammollo, che deve durare, perlomeno, 12 ore. La Cooperativa  Sociale “La Strada” coltiva il Cece di Teano sul bene Confiscato alla camorra Antonio Landieri, sito a  Pugliano. 

Viene seminato nel mese di Marzo e coltivato con metodi biologici. o con mezzi meccanici. La raccolta è avvenuta nel mese di Agosto, rigorosamente a mano così come la pulizia. L’essiccazione  finale è stata ottenuta in maniera completamente naturale, avvalendosi della luce solare. 

Coopérative Sociale La Strada, https://www.facebook.com/coopsocialeLaStrada/about/

03 – CECE COMUNE IN BUSTA DA 500 GR (NCO-Coop. LA STRADA)

Il cece Comune della varietà Pascià è coltivato dalla cooperativa La Strada presso il bene confiscato  “A.Landieri”. Si tratta di una particolare varietà di legumi e provengono dalla Sicilia. Sono  estremamente proteici e ricci di elementi nutritivi essenziali. Si tratta di un tipo di cece a seme  grosso, caratterizzato dalla bella forma piena, rotonda e rugosa. Ha un colore beige e un diametro  medio di 8 millimetri. È una varietà particolarmente gustosa, perfetta in zuppe e minestre ma 

anche semplicemente condito con sale e olio, visto che, dopo la cottura, il Pascià rimane integro,  mantenendo intatta tutta la propria consistenza.

Coopérative Sociale La Strada, https://www.facebook.com/coopsocialeLaStrada/about/

04 – Papaccelle in agrodolce BIO in Vasetto 314 ml (NCO-coop Aldilà dei Sogni)

I Peperoni in Agrodolce di Fattoria dei sogni sono una tipica preparazione della cucina napoletana. I peperoni più dolci sono selezionati e conservati sott’olio e sott’aceto, pronti a diventare un perfetto contorno o un antipasto sfizioso.

I peperoni sono coltivati e trasformate dalla Cooperativa Sociale “Al di là dei sogni”, che da un decennio gestisce il bene confiscato “Alberto Varone”, situato nell’alto Casertano.

06 – Papacelle in agrodolce in vasetto BIO 314 ml (NCO-cooperativa Aldilà dei Sogni)

I Peperoni in Agrodolce di Fattoria dei sogni sono una tipica preparazione della cucina napoletana. I peperoni più dolci sono selezionati e conservati sott’olio e sott’aceto, pronti a diventare un perfetto contorno o un antipasto sfizioso.

I peperoni sono coltivati e trasformate dalla Cooperativa Sociale “Al di là dei sogni”, che da un decennio gestisce il bene confiscato “Alberto Varone”, situato nell’alto Casertano.

08 – “Friarielli” sott’olio BIO, Vasetto 314 ml (NCO-coop. Al di là dei Sogni)

I friarielli sono le inflorescenze della cima di rapa e hanno piante basse con gambo molto tenero. Sono utilizzati in preparazioni alimentari tipiche della cucina napoletana. Secondo alcuni il nome friariello deriva dal verbo napoletano “frijere” (friggere) perchè nella ricetta tradizionale si soffriggono in olio aglio e peperoncino. 

In questa ricetta il broccolo viene lavorato con un pò di aceto conferendo così la caratteristica del tipico e artigianale contorno sott’olio all’italiana.

INGREDIENTI: Broccoli, Olio di semi di girasole, Aceto di vino, Aglio, Peperoncino, Sale.

Cooperativa Sociale “Al di là dei sogni”, https://www.facebook.com/coopdeisogni/

09 – Melanzane sott’olio BIO, 314 ml (NCO-coop. Al di là dei sogni)

La melanzana, originaria dell’India, venne introdotta dagli Arabi all’inizio del V secolo. Gli Arabi chiamano la melanzana badingian e in Italia venne inizialmente chiamata petonciana o petonciano o anche petronciano. Per evitare fraintendimenti sulle sue proprietà, la prima parte del nome venne opportunamente mutata in mela (owero frutto per antonomasia) dando così origine al termine melangiana e poi melanzana. La violetta lunga napoletana è una delle varietà che presentano una forma stretta ed allungata, cilindrica, color viola intenso, uniforme, medio brillante, a polpa blanca, dal sapore forte e piccantino.

La melanzana sott’olio si presta per un ottimo contorno dai sapori mediterranei.

 

INGREDIENTI: Melanzana violetta, Olio di semi di girasole, Origano,  Aceto di vino, Aglio, Peperoncino, Sale, zucchero di canna

Cooperativa Sociale “Al di là dei sogni”, https://www.facebook.com/coopdeisogni/

11 – Zucca sott’olio BIO, 314 ml (NCO-coop. Al di là dei sogni)

L’origine di coltivazione della “zucca lunga di Napoli” detta anche “cucozza zuccarina” è individuata nella zona dellAgro Nocerino-Sarnese, ma oggi è diffusa in tutta la provincia del Napoletano e in quella di Caserta. Presenta un frutto molto lungo, tra i 60 e 1 100 cm, di forma cilindrica, con un diametro di circa 30 cm, ingrossato all’estremità e leggermente ricurvo. La buccia esterna è di colore verde con striature arancio/oro. La polpa è di colore giallo/arancio con un sapore zuccherino.
INGREDIENTI: Zucca, Olio di semi di girasole, Aceto di vino, Sale,

Cooperativa Sociale “Al di là dei sogni”, https://www.facebook.com/coopdeisogni/

12 – Zucchine a filetto sott’olio BIO, 314 ml (NCO-Al di là dei sogni)

Lo zucchino San Pasquale è apprezzato per le sue proprietà organolettiche nonché per la consistenza. Coltivato in prevalenza nella provincia di Napoli e Salerno, sembra che il suo nome sia legato all’epoca di trapianto tradizionale, che aweniva a metà Maggio.

INGREDIENTI: Zucchine, Olio di semi di girasole Aceto, Aglio, Peperoncino, Sale.

Cooperativa Sociale “Al di là dei sogni”, https://www.facebook.com/coopdeisogni/

13 – AGLIANICO IGT TERRE DEL VOLTURNO (NCO-VITE MATTA)

Selezione delle uve in campo, la vendemmia avviene raccogliendo le uve poste in cassette da circa 20kg, portate in cantina segue la pigiodiraspatura. La macerazione delle uve avviene in acciaio per circa 10gg, dopo la svinatura il vino termina la fermentazione in botti di rovere per circa 6 mesi , l’affinamento in bottiglia è di almeno 2 mesi.

Selezione delle uve in campo, la vendemmia avviene raccogliendo le uve poste in cassette da circa 20kg, portate in cantina segue la pigiodiraspatura. La macerazione delle uve avviene in acciaio per circa 10gg, dopo la svinatura il vino termina la fermentazione in botti di rovere per circa 6 mesi , l’affinamento in bottiglia è di almeno 2 mesi.

 

14 – FALANGHINA IGT TERRE DEL VOLTURNO (NCO-VITE MATTA)

Le uve falanghina sono raccolte in cassette da circa 20kg e portate in cantina, segue pigiodiraspatura e pressatura, la fermentazione prosegue per circa 15gg in serbatoi di acciaio a temperatura controllata, segue l’affinamento in acciaio per circa tre mesi. L’affinamento in bottiglia è di circa due mesi.

 

 

 

15 – ASPRINIO IGT TERRE DEL VOLTURNO (NCO-VITE MATTA)

Vino dal colore giallo paglierino intenso, trasparente dal profumo intenso e persistente con netti sentori minerali, ed agrumati; dal gusto tipicamente acido, molto persistente con grande concentrazione di sali minerali. Corpo robusto e strutturato. Raccolto in cassette da circa 20kg, segue pigiodiraspatura e pressatura, la fermentazione prosegue per circa 10gg in serbatoi di acciaio a temperatura controllata, segue l’affinamento in acciaio per circa tre mesi. L’affinamento in bottiglia è di circa due mesi.

 

 

16 – ASPRINIO FRIZZANTE IGT TERRE DEL VOLTURNO (NCO-VITE MATTA)

Raccolto anticipata delle uve Asprinio poste in cassette da circa 20kg, segue pigiodiraspatura e pressatura, affinato in contenitori di acciaio per circa 1 mese. Segue la fase di rifermentazione che avviene in autoclave termocondizionata per circa 2 mesi a seconda delle condizioni organolettiche desiderate.